• Nicolò Gaetani

Due parole sulla pandemia.

In questo periodo l'epidemia sta sconvolgendo le nostre Vite. Tutto ruota intorno al Virus. E ci chiediamo spesso perché sta succedendo, cosa potevamo fare per prevenirla, come mai proprio adesso. Non c'è una risposta breve – e lungi da me avere la presunzione di sapere tutto. Però qualcosina sì, la so, e vorrei condividerla. I Virus, pur non essendo “Vita” in senso stretto, si evolvono e cercano di diffondersi il più possibile, esattamente come le Piante e gli Animali. Ogni Virus (non sappiamo esattamente quante specie diverse ne esistono, probabilmente più di un milione!) per riprodursi deve utilizzare le strutture cellulari di un ospite vivente, quindi alcuni si sono specializzati per vivere negli Alberi, altri negli Uomini, altri nei Pipistrelli, altri nei Cani e così via. Normalmente c'è una situazione di Equilibrio, alcuni Virus non danno conseguenze, altri sono addirittura benefici per l'organismo ospitante, una piccolissima percentuale però porta alla malattia. Uno dei tanti modi di guardare alla malattia è quello di una perdita di Equilibrio nello svolgimento delle funzioni di un Corpo. Il Virus sottrae al Corpo risorse (per riprodursi), spesso ne modifica il comportamento per diffondersi (ad esempio gli starnuti per l'influenza) e il Corpo reagisce in vari modi, ad esempio innalzando la temperatura nei Mammiferi, o secernendo Resine ed Oli Essenziali nelle Piante. Il ritorno dell'Equilibrio si verifica con la guarigione, o con la morte del Corpo infettato. Questo ciclo va avanti – letteralmente – da miliardi di anni, fin dalla comparsa dei primi organismi unicellulari sulla Terra. Negli ultimi 100 anni però sono successe due cose: la prima, abbiamo inventato delle difese – medicine più potenti, vaccini etc.; la seconda, strettamente collegata con la prima, abbiamo sconvolto l'Equilibrio fra le specie che vivono sul nostro Pianeta. Le medicine moderne (dalla penicillina, ai farmaci antiretrovirali, all'ingegneria genetica) si basano sull'idea che se esiste un malattia, è causata da un fattore esterno. Non prendono in considerazione il “perché” si è sviluppata, ma solo il “come”: in questo modo si guarisce il sintomo, e spesso si elimina anche il patogeno, ma l'Individuo resta vulnerabile. Il principio dei vaccini, al contrario, è quello di stimolare il nostro sistema immunitario a reagire con vigore a una minaccia “finta”, cioè a un Virus o un Batterio “depotenziato”. Se da un lato medicina moderna e vaccini salvano tantissime Vite, dall'altro lasciano la popolazione in generale molto più debole. Quindi, ci ritroviamo ad essere tantissimi (per ogni Umano vivo nel 1900 ce ne sono 5 oggi!), indeboliti ed affamati di risorse. E l'unico posto in cui possiamo prendere tutto quello che ci serve per vivere è questo Pianeta. L'Uomo ha distrutto l'85% di tutti i territori umidi e paludosi della Terra (fondamentali per la Vita Animale, come aree di filtraggio delle Acque, e come “laboratorio” per creare nuove Specie e nuova Vita). Tre litri su 4 di tutta l'acqua dolce esistente al Mondo vengono usati per attività umane. Un terzo di tutte le terre emerse sono usate per l'agricoltura e l'allevamento. Stiamo tagliando Alberi a ritmi mai visti prima, bruciamo combustibili fossili come se non ci fosse un domani. Cosa ha a che fare questo con la pandemia? Semplice, le occasioni che abbiamo per venire in contatto con Animali infetti da un Virus in grado di passare da loro all'Uomo si moltiplicano ogni giorno; inoltre, portiamo al limite dell'estinzione sempre più Specie, e al Virus non resta che scegliere come ospite quella di maggior “successo”: cioè noi. Finché non cambieremo il nostro stile di Vita, e il nostro modo di pensare, di guardare il Pianeta, le pandemie saranno sempre più frequenti. La medicina non è in grado di metterci al riparo – si può curare una malattia che esiste, non una che verrà – ma anzi aiuta la diffusione di nuovi patogeni, rendendoci tutti un pochino più deboli. Men che meno ci possono aiutare i nostri Governi, che con pochissime eccezioni hanno saputo solo lasciarsi prendere dal panico, e soffiare sul fuoco. Anzi, se non sta già avvenendo, può essere che in futuro le pandemie vengano segretamente incoraggiate, per favorire un accentramento del Potere. Chissà che questo periodo, così buio, sia la nascita di un Mondo Nuovo, in cui saremo in grado di convivere pacificamente con la nostra Made Terra. -- Tutti i dati che ho citato si trovano facilmente in Internet; riguardo ai Virus consiglio di leggere il formidabile Spillover di Quammen.

PS. Mentre sui giornali si parla solo di pandemia, Gennaio 2020 è stato il più caldo di sempre, e secondo la NOAA ci sono 3 probabilità su 4 che il 2020 sia l'anno più caldo di sempre. Nel Mondo ci sono più di 50 milioni di rifugiati, in aumento. E così via. Non basta chiudere tutto per 3 mesi, dobbiamo reinventarci un'economia.

PPS. Consiglio a chi legge inglese quest'articolo, che riporta uno studio commissionato dalle Nazioni unite sullo stato di salute della Terra. https://www.theguardian.com/…/human-society-under-urgent-th… Mentre lo spunto per scrivere oggi questo lungo post viene da quest'altro articolo: https://www.theguardian.com/…/halt-destruction-nature-worse…

83 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Distillare l'Essenza stessa della Vita

Gli Oli Essenziali stanno alle Piante come l'Anima sta agli Umani. Racchiudono in sé quel concentrato di forza, emozioni, Vita, che andiamo cercando – spesso invano – dentro di noi. In una sola goccia

Alberi parlanti...!

Fino a poco tempo fa le Piante non erano considerate Vita. Non si muovono, non pensano, sono – per l'appunto – “vegetali”. È solo negli ultimi decenni che la scienza ha iniziato a scoprire verità già

E così, ci siamo

Ho aperto ErbeLuna nel 2017. Da inizio 2018 mi avete trovato in tanti, tantissimi, a mercati, Mostre, Fiere, in tutto il Nord e il Centro Italia. Con ognuno di Voi ho avuto uno scambio personale, dire

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram